Grazie a Umberto Coro, alla Rosa d'Oro e all'incantevole Torre Alfina


Vi presento...

Nomenclatura di un tramonto - Michele Gentile

dalla prefazione del Dr. Cotronei

 

I versi dall’andamento meditativo, ricchi di echi e rispondenze, creano tra le parole inattesi legami di senso svincolati dalle usuali logiche espressive e sempre profondamente ricchi di risonanze. Anche l’uso frequente della metafora crea una particolare atmosfera che evoca problemi esistenziali specie laddove dietro le apparenze del quotidiano affiorano sempre le inquietudini dell’inconscio o della sofferenza interiore, che il poeta ostiense traduce in trame analogiche di grande suggestione.
Quindi, la raccolta esprime nella sua pienezza la condizione primaria del nostro essere, cioè quella capacità di dire e di nominare che mantiene intatte le differenze e salva la nostra singolarità soprattutto quando la lingua è di una ricchezza emozionante con clausole memorabili, scarti improvvisi di senso che spiazzano e stupiscono; c’è un rapporto con la natura così profondo da non meravigliare che l’Autore, poi, ne abbia ricevuto in cambio le parole giuste per raccontarlo.

 

Ho inchiodato il vento
al suo cielo.
Scagionando le tempeste
ho condannato l’anima a ricredersi.
La mia canzone
nella pancia del mare,
ineguagliabile melodia che non si perde,
attinge al futuro
da terre inquiete
e cade, lenta
sulla bocca asciutta.

 

Altro tratto rilevante di questo libro di poesie si profila in una rappresentazione non statica, in un movimento repentino, in un’azione dinamica,
quasi un bisogno di perdersi e di ritrovarsi in un universo onirico, nell’indolenza e nella ribellione, nel controllo e nella riflessione.
Infatti, Michele Gentile ci suggerisce che la vita continua a chiamare, ad esprimersi e a svanire, ad animarsi di affettività.
Altrove, abbiamo potuto ritrovare la precisione esperta di termini e ritmi di sotterranee fascinazioni ermetiche laddove si avverte un senso di dialogo in una scomposizione cubista che affida lo status di soggetto a elementi solitamente passivi e posti in terza persona.

 

Posso barattare le spighe
dei campi
con l’oro e l’argento
delle scogliere.

 

In definitiva, questo libro è un compagno di viaggio all’interno di noi stessi che aiuta a sfrondare i nostri pensieri da preoccupazioni vane e futili, ad aspirare a una serenità interiore, a vivere l’esistenza nelle forme migliori.

 

Gianfranco Cotronei

 


Capri, 9 giugno 2018

 

Prezioso riconoscimento al prestigioso Premio Internazionale di poesia " Pablo Neruda " nella straordinaria città di Capri. Un'isola unica per valore artistico e ambientale...la Regina della roccia come il Maestro Neruda la definì. Ringrazio la Giuria del Premio, Annalena Cimino Presidente del Premio e Regina Resta Presidente della VerbumlandiArt, Associazione Culturale organizzatrice del Concorso.


Grazie ad Aldo Marinelli e " Duilio Litorale"


ORDALIA

Con grande piacere Vi presento la mia nuova raccolta poetica dal titolo " Ordalia". Dalla prefazione del libro...................

Ordalia è l'evocativo titolo dietro il quale si cela una raccolta di poesie di rara finezza. I diversi componimenti sono collegati fra loro da alcuni temi guida quali la solitudine, la malinconia e l'accettazione di se stessi. Parole più ricercate si sposano a meraviglia con altre di uso comune per andare a formare versi di sicuro impatto. L'ordalia era, in un lontano passato, una pratica giuridica secondo la quale l'innocenza o meno dell'accusato venivano affidate al superamento di una prova (in genere un duello). Una sorta di giudizio di Dio. Qui il poeta sottopone la propria esistenza al giudizio della sua coscienza. Un bilancio personale dunque scritto in versi e che ha il raro pregio di acquisire, nel corso della lettura, una valenza universale. "

 

 


La Rocca dei Poeti - III edizione


IncontrArti...una sera d'autunno

Acquapendente, 18 novembre 2017

IncontrArti...una sera d'autunno

 

 

Umberto Coro; attore, pittore, poeta...una artista totale! Organizza una serata fantastica, una serata di vera, pura e sincera arte. Mi onora del suo invito e si parte alla volta della preziosa città di Acquapendente. Una famiglia di poeti e attori è riunita per divertirsi e per stare insieme ad un pubblico attento e partecipe. Un'esperienza che ti rimane nel cuore, una festa dell'arte e della condivisione di emozioni. Ho avuto l'enorme piacere di leggere i miei versi e ascoltare grandi poeti come Francesca Gallus, Silvana Stremiz, Annalena Cimino, Alfonso Ottomana, Roberto Colonnelli, Giampaolo Pintore e divertirmi e riflettere con l'esibizione dei grandi attori Gilda Monelli, Fabio Vitali, Carlo Monelli, Massimiliano Temperini, Rita Camilletti, Angelo D'Orazio e Filippo Coro. Grazie Umberto per questa indimenticabile serata ;)


Ostia merita rispetto

Ostia, 10 novembre 2017

 

OSTIA MERITA RISPETTO!

 

 

Lo meritano i suoi cittadini, le decine di migliaia di persone oneste che vi abitano, che lavorano e pagano le tasse. Ostia è una città che, per popolazione, sarebbe la 14esima più grande d'Italia. Una città - non un quartiere dormitorio, non un'estrema periferia, non un bronx - che vanta una ricchezza culturale di notevolissima importanza. Ostia è mare, pinete immense, scavi archeologici, natura e arte. Ostia è impegno sociale e culturale portato avanti da decine di preziose associazioni che operano attivamente sul territorio con l'unico scopo di offrire e garantire servizi e riferimenti alla cittadinanza e ai turisti. Ostia ha enormi potenzialità tutte ancora da esprimere e da consolidare. Ostia fa parte del X Municipio di Roma Capitale...

Prima di tutto e a scanso di equivoci; con voce chiara e con determinazione affermo di essere assolutamente per la legalità e contro ogni tipo di mafia e criminalità . Sono contro chiunque eserciti la violenza per intimidire e assoggettare, contro tutti quei parassiti che succhiano il sangue ai tessuti onesti e miti della società rifugiandosi poi nell'ombra dei compromessi e della brutalità. Questo mio pensiero è chiaramente il pensiero di tutti gli uomini e le donne moralmente integri e rispettabili di Ostia. La vergogna riconducibile ai fatti criminali che stanno rappresentando Ostia non può ricadere sulla cittadinanza. Ostia patisce problematiche serie e gravi; subisce da decenni un sistema corrotto e delinquenziale che, man mano, ha portato a danneggiare l'intero tessuto sociale della città. Gli stessi problemi d'altronde riscontrabili e purtroppo presenti in tantissime parti del nostro Paese, in tutti quei centri che, per ricchezza e ampiezza territoriale, attirano gli interessi del malaffare, compresi, più o meno, i restanti Quadranti e Municipi della Capitale. Roma, sconquassata da un’onda di malaffare davvero inquietante, con criticità e carenze che la opprimono da tempo immemore, deve trovare la forza di riedificarsi e garantire a tutti i suoi Quartieri dignità e vivibilità.

 

E’ indispensabile però stroncare il malaffare fin dalle sue origini. Annichilire le dinamiche criminali senza indugio. Tutelare gli onesti e gli indifesi, i commercianti e le imprese…e tutto ciò è compito di Amministrazioni, Governi e Istituzioni. La realtà, che chi come me nato e residente a Ostia han ben presente, è sempre stata abbastanza cristallina; la certezza, per lunghissimi tempi, di essere stati decisamente dimenticati. La consapevolezza di vivere in un territorio meraviglioso abbandonato però a sé stesso. Questi fattori hanno influito in maniera decisiva sul diffondersi di modelli criminali e mafiosi che aggrediscono il litorale romano. Anni di non curanza e lassismo da parte delle Istituzioni hanno sgretolato la fiducia della popolazione. Un sistematico ed interminabile “ chiudere gli occhi” da parte delle Istituzioni e di Roma Capitale ha generato tra i cittadini di Ostia sentimenti di scoramento e sconforto. Prima superficialità e inefficacia politica poi , destandosi all’improvviso, voler rimediare una cura non tardiva ma senza dubbio più impegnativa. Tutto questo è ricaduto sulle spalle dei cittadini onesti che hanno visto la loro città annoverata tra i più disgustosi porti franchi dell’illegalità. Quasi dovessero scontare loro il fio di questo degrado i lidensi sono stati spessissimo ( soprattutto ultimamente ) etichettati, mortificati , squalificati indiscriminatamente da semplicistiche considerazioni quasi fossero complici e non vittime di questa condizione. La malavita ha dovunque i suoi aficionados, per interesse o subcultura. Pensare o far passare il messaggio che rappresentino in  toto una comunità nutrita come quella di Ostia è assolutamente un esercizio di sterile disonestà intellettuale.


In ultimo mi rivolgo ai miei concittadini. Essere fieri delle proprie radici, prendersene cura con l’impegno e la partecipazione sociale ha, da sempre, rappresentato un ottimo antidoto contro il cancro delle mafie e costituisce il prezioso esempio dal quale le nuove generazioni potranno attingere il giusto senso della comunità e dell’appartenenza. Scrollarsi di dosso la delusione, la frustrazione di vivere un territorio cosi  ricco di bellezza e oltraggiato dall’indifferenza, cacciar via la paura è fondamentale! Affinchè sorga su Ostia una nuova, immensa e duratura alba è importantissimo che ognuno di noi torni a credere fermamente nei valori della partecipazione e a condividerli con entusiasmo. Dopo due anni di commisariamento si affermano i propri diritti di cittadino anche e soprattutto prendendo parte al corso sociale della città, andando a votare, nutrendo e rappresentando in ogni sede e occasione il tessuto sano della città. Istituzioni e cittadini allora, tutti insieme, contro l’illegalità e la criminalità. Garantiamoci un futuro degno per la nostra Ostia e i nostri figli. Riprendiamoci la nostra terra e facciamola finalmente sbocciare.

 


 

 

30 / 10 /2017

IL PITTORE RITRAE

 

Il pittore ritrae, lo scrittore narra, lo scultore modella,
ma il poeta non canta,
egli è un monte al lato della via,
o un albero, o un odore,
qualcosa che fugge
o già non fugge più, ciò che fu
e che non tornerà, come le stagioni,
il caldo, il freddo, il ghiaccio ed il riso
nel cuore, quando il cuore ama,
oppure acqua, qualche cosa di largo, d'incompreso
come vento, nave, poesia.

 

NATAN ZACH

 

 

C’è una differenza che contraddistingue la poesia dalle altre arti, un qualcosa di indefinito e di indefinibile che fa però del poeta una sorta di interprete del trascendente, di profeta che trasmette un messaggio più alto: questo sottolinea il poeta israeliano Natan Zach (Berlino, 1930), con Yehuda Amichai uno dei rinnovatori della poesia ebraica del dopoguerra.

 

fonte: Il canto delle sirene blog


9 ottobre 2017

 

Quando saprai che sono morto

 

Quando saprai che sono morto
non pronunciare il mio nome
perché si fermerebbe
la morte e il riposo.
Quando saprai che sono morto di
sillabe strane.
Pronuncia fiore, ape,
lagrima, pane, tempesta.
Non lasciare che le tue labbra trovino le mie dieci lettere.
Ho sonno, ho amato, ho
raggiunto il silenzio.


Che


Pierluigi Cappello

1 ottobre 2017

 

Viene a mancare una delle più preziose e sincere voci poetiche dei nostri tempi. Pierluigi Cappello, nato a Gemona nel 1967, ci lascia in eredità una poesia vigorosa, profonda ed intensa, unica nel suo genere. La sua vita era stata gravemente segnata da un incidente stradale occorsogli quando aveva solo sedici anni: dallo schianto della sua moto contro la roccia uscì con il midollo spinale reciso e una perenne immobilità. Cappello era considerato uno dei principali poeti contemporanei italiani: proprio dall’immobilità del suo letto e della sedia a rotelle partiva per involarsi sul tappeto volante della poesia – anche in lingua friulana -  come aveva rivelato in un’intervista: “Fondamentalmente mi interrogo su che cos’è l’«altro da me» e quali siano i modi di percepire questo «altro», su quale sia il rapporto con il tempo e come cambiano le modalità dell’esistenza”.



Premio Nazionale " La Rosa d'oro" 2017- Torre Alfina - 5 agosto 2017

 

Torre Alfina, 5 agosto 2017

 

Un immenso onore il primo posto nella sezione poesia alla VII edizione del Premio " La Rosa d'Oro". Non solo per la qualità culturale di questo Concorso ma per tutti quei sentimenti di passione e amore per l'arte, rispetto e amicizia che lo contraddistinguono. La mia " In riva alla sera" si è guadagnata un posto lungo lo splendido viale della poesia che conduce al meraviglioso Borgo di Torre Alfina. E' per me un privilegio. La Rosa d'Oro mi ha permesso di vivere un'esperienza che resterà indelebile nel cuore e nella mente. Ho conosciuto e apprezzato artisti di spessore e tutta la manifestazione organizzata con impegno e passione, con dedizione e volontà mi ha regalato momenti d'irripetibile incanto. Poesia, bellezza, natura, poeti e scrittori provenienti da tutta Italia in uno scenario ideale per chi ama l'arte e le tradizioni. Ringrazio di vero cuore Umberto Coro, Presidente del Premio e organizzatore, ringrazio la Giuria del Premio nelle Persone della Dott.ssa Gabriella Brenci , Stefanella Nardini , Liana Vichi e Silvana Stremiz. Ringrazio Germana per la sua cortesia e disponibilità, ringrazio in modo speciale i miei due angeli custodi e inossidabili tifosi; la mia compagna Francesca <3 e il piccolo Giuliano :)


Ostia non si tocca!

17 luglio 2017

Diciassette anni dopo, mani vili tornano a distruggere la natura di Ostia. Vigliacchi, miserabili servi di squallidi padroni consegnano alle fiamme ettari su ettari di pineta. Fauna e flora di una delle zone verdi più grandi di Europa compromesse e sacrificate in nome di meschini interessi. Per chi, come me, è nato a Ostia, questa è una ferita che non si rimargina. Questa splendida terra non vi appartiene, non è casa vostra. Sappiate che Ostia non si arrende...OSTIA NON SI TOCCA!



II edizione Premio Nazionale di Poesia " VERSI PER RIFLETTERE"

Cetara 16 giugno 2017

Una splendida Menzione d'Onore alla II edizione del prestigioso Premio Nazionale di Poesia " VERSI PER RIFLETTERE "

Grazie alla Giuria del Premio e alla MR Editori organizzatrice del Concorso ho vissuto un pomeriggio meraviglioso in un luogo da favola


Un Mare di Poesia IX edizione  Lido di Ostia 28 maggio 2017

Podio Componimenti singoli

 

1) Giorgio Nisio di Bari

 

2 ) Livia Cornelia Chiefari di Soverato   (Catanzaro)

 

3) Nicoletta Vigo di Milano

 

 

 

 

Classe Vincitrice sezione componimenti di gruppo

Classe IIIB I.C. “ C.Battisti” – Portoferraio – ( Livorno )

 

 

 

 

 

Elenco completo dei finalisti premiati

 

Gabriel Tagliabue – Seregno (Monza e Brianza)
Sofia Popolla – Monte San Biagio (Latina)
Teodora Dedijer – Podgorica Montenegro
Marika Sergio – Nocera Superiore (Salerno) – Premio Alessia Piombo
Ines Obradovic – Pola Croazia
Fabio Giordani – Bologna
Matilde Maria Ciani – Poggio a Caiano (Prato)
Teo Michelangelo Santini – Foligno
Martina Maria Frizzo – Sovizzo (Vicenza)
Sofia Dell’Atti – Milano
Lavinia Francesca Mondelli – San Giovanni Rotondo (Foggia)
Alessandro Dresda – Viadana (Mantova)
Cristina Gillio – La Cassa (Torino)
Alberto Di Zane – San Giorgio in Bosco (Padova)
Gaia Bigagli – Roma
Carlotta Pagliucci – Roma
Giulia Sementa – Roma
Margherita Saviano – Roma
Giada Primavera – Pagani (Salerno)
Giuseppe Rubino – Bari
Giuliana Soprano – Atene Grecia
Lorelai Marina Panagiotaki Fyrogeni – Atene Grecia
Gaia Delfini – Roma

Classe IIB I.C. “ Ricci Muratori “ – Ravenna
Classe IIC I.C. ”Ricci Muratori “ – Ravenna
Classe VA I.C. “ V.Flacco” – Sezze (Latina)
Classe IIIB I.C. “ Donatello” – Roma


Premio Il Telescopio 2017

Venerdì 12 maggio si è svolta la cerimonia di premiazione della diciassettesima edizione del concorso letterario a premi di poesia e narrativa promossa dall’Associazione culturale “IL TELESCOPIO” di Casalpalocco alla presenza del Commissario Straordinario del Municipio X – Dott. Vulpiani.

Al sottoscritto il Premio Cultura 2017. Ringrazio di cuore la Dr.ssa Morina per questo significativo e importante riconoscimento.


Ostia è poesia!

Ostia , 22 aprile 2017

 

Ringrazio il Dr. Aldo Marinelli, insegnante, biologo, fotografo, giornalista, ideatore e curatore del periodico on-line LA MIA OSTIA per avermi dato la possibilità di partecipare alla sua nuova campagna " I luoghi del cuore a Ostia ".

Ammiro la passione che nutre nei confronti della nostra città, il suo impegno nel raccontarla al mondo e svelarla percorrendo sentieri che solo i veri poeti sono in grado di intraprendere.

La mia Ostia è poesia, cultura, voglia di vivere.

http://www.lamiaostia.com/

http://lamiaostia.com/news/index.asp?TOPIC_ID=349

 

 



Roma, 18 marzo 2017

"Sala Rossa" - Municipio VII di Roma

IV edizione di " Una poesia fa primavera "

 

Parlare di poesia e condividerla in un clima di grande sensibilità e partecipazione può donare pace e bellezza al cuore. Vedere poi tanti bambini raccontare i propri versi e alimentare il desiderio di poesia degli adulti è un'esperienza davvero preziosa. Grazie a Michelangelo Papuzza e al Macce per questa splendida opportunità.


Premio di Poesia San Francesco

Patti ( Me ) 8 gennaio 2017

 

 

Orgogliosissimo per questo primo posto al Premio Nazionale

" SAN FRANCESCO "

Grazie all' Archeoclub di Patti e alla Nicola Calabria Edizioni

 

 

 


La Rocca dei Poeti

Ostia Antica, 11 dicembre 2016La poesia unisce e trasforma in una sola, romantica voce i respiri e i cuori di chi crede ancora in essa. La Rocca dei Poeti ha custodito un'eco di puri sentimenti, di altissima sensibilità umana e artistica, di unione. Questo grazie ai protagonisti che hanno dato vita a questo fantastico viaggio verso la bellezza e la condivisione delle emozioni Grazie ai poeti Bice Sabatini, Maria Bartolomeo, Umberto Coro, Genni Morganella, Simona Pasquali, Daniela Taliana, Beatrice Mezzone, Fiorella Ivone, Lucianna Argentino,Francesca Gallus, Alfonso Ottomana e Andrea Mortet. Grazie ai relatori Dr. Gianfranco Cotronei, Dr.ssa Alessandra Perlusz, Dr. Aldo Marinelli, Claudio Borzi, Dr. Armando Vitali .Grazie a Dante Mortet , impeccabile presentatore della manifestazione. Grazie al Dr. Gianni Maritati, ospite d'onore .Grazie al Maestro Simone Milici della William School Music. Grazie al Dr. Sergio Silva, al Dr. Salvatore Merra e al Dr. Enzo Cerrato, per la graditissima partecipazione. Grazie a Francesca Amoroso, Silvia Maggi, Stefano Bertini, Alessandro Sgrignuoli, Roberto Finzi...prezioso e insostituibile staff della Rocca. A Voi tutti, di vero cuore, grazie!            Michele Gentile

La Rocca dei Poeti vi aspetta...domenica 11 dicembre, dalle ore 16.30,alla Sala Riario nel Borgo di Ostia Antica

Questo affascinante quadro del Maestro Angelo Di Salvatore ha impreziosito il VI posto di " Io abito qui"

al Premio Nazionale di poesia edita LEANDRO POLVERINI 2016. Un grazie infinito alla Giuria e agli organizzatori di questo importante e stimato Concorso.

Grazie infinite a " El Club de los poetas"

lunes, 24 de octubre de 2016

Piel amarga






Conociendo un poco al  autor... Michele Gentile


Michele Gentile nació en Ostia ( Roma – Italy ) el 4 de enero de 1972. Dedicado a su ciudad, ama el mar y la naturaleza, comenzó a componer versos a los diez años, ganando numerosos premios y concursos escolares. Fundador y organizador del Premio Internacional de Poesía para niños y adolescentes "Un Mar de Poesía", creador y organizador de las "Cartas de viaje" evento nacionales socio-culturales, creador y organizador del Festival Nacional de la poesía "La fortaleza de los Poetas", secretario nacional del Movimiento Internacional de Poesía "Poetas del Mundo". ". Ha publicado las novelas "El Aliento del mar", "Los Rasguños de la oscuridad" y "El paralelo Reloj". "Las piedras en el río", "En el camino" y "Vivo aquí" para la poesía. Finalista y ganador de varios concursos literarios nacionales e internacionales,  y muchos de sus poemas han sido publicados en antologías y colecciones de poesía. Frases, aforismos y poemas de Michele están en portales "PensieriParole", "Frasi.net", "Aphorism.it", "Frasicelebri.it", "El Recherche.it" y “ Oggiscrivo.it “
Más información de Michele Gentile....

http://clubpoetasforo.blogspot.it/2016/10/piel-amarga.html?spref=fb

Un ringraziamento speciale al Direttore Sergio Silva e tutto lo staff di " Ostia e Dintorni"

L’iniziativa

Giovanni Bellucci, pianista ad Ostia Antica Nella splendida cornice della Sala Riario, all’interno del Castello di Giulio II di Ostia Antica, domenica 11 dicembre, a partire dalle 16,30 si terrà la II edizione del Festival della Poesia intitolata La Rocca dei Poeti. L’iniziativa, promossa dal Movimento Internazionale di poesia Poetas del Mundo, è organizzata dal poeta ostiense Michele Gentile che è segretario Nazionale e responsabile per l’Italia del Movimento stesso. “È quasi tutto pronto, ci dice. Abbiamo la prestigiosa sede che ci aspetta, la lista dei dodici poeti che declameranno le loro poesie nel corso del pomeriggio, ed anche i nomi dei relatori che terranno la tavola rotonda sull’arte di fare poesia oggi. Non resta che invitare tutti i miei concittadini di Ostia, dove vivo e di Roma dove lavoro, a partecipare numerosi. Sarà certamente una serata speciale, di quelle che restano nel cuore a lungo.” A breve pubblicheremo i dettagli dell’iniziativa.

Il Poeta organizzatore

Michele Gentile, un’eccellenza del nostro territorio. Lavora in silenzio e porta il nome di Ostia in Italia e nel mondo. Classe 72, nato ad Ostia, dieci libri pubblicati di cui sette sono raccolte di poesie. L’ultima intitolata “Io abito qui” in cui l’Autore raccoglie gli ultimi tre anni delle sue poesie e dove si racconta e si scopre al lettore. Michele con la sua poesia intitolata Ostia, che riportiamo di seguito, ha vinto il premio nazionale “Poesia in città”, uno spazio organizzato in Piemonte per valorizzare, proprio attraverso i versi, la propria città.

Dolce promessa
non mantenuta.
Riposi
fra le braccia del mare
mentre a gran voce
il ricatto del fato
reclama i tuoi seni.
Nuda
come preghiera
recitata in segreto
da mani senza onore.
Dipinto di resina
e orchidee,
sabbia
e frumento,
severe Torri
a guardia
di un tesoro
sepolto dall’infamia.
S’erge la Rocca sul grano
vanto di secoli
che danzano su rovine pazienti.
Dolce menzogna
sulle tue labbra
mi perdo
quando al tramonto
attracca la sera
e una carezza di pace
torna a salvarmi.

“In piena sintonia con il movimento, quel che ci prefiggiamo è valorizzare la poesia in una società fin troppo materialistica e indifferente all’arte di raccontare in versi quello che ciascuno prova dentro di sé.” Ce lo dice mostrando una forte determinazione, che può avere solo colui che insegue un sogno.
“Ed è per questo, continua Michele, che portiamo avanti anche un altro progetto intitolato “Un mare di poesia”, giunto quest’anno alla sua nona edizione, in cui coinvolgiamo e premiamo 15 giovanissimi poeti che hanno tra i 6 e i 13 anni ed un’intera classe della scuola dell’obbligo. E non può essere altrimenti per me che ho iniziato a scrivere versi a dieci anni.”

 

11 ottobre 2016 - Articolo di " Ostia e Dintorni "

http://ostiaedintorni.it/

II edizione del Festival Nazionale di poesia

" La Rocca dei Poeti"

11 dicembre 2016 ore 16.30

Un Mare di Poesia...si riparte


...da PensieriParole

Un dono prezioso ricevuto dalla Poetessa Jeanette Younes...

Un Mare di Poesia 2016 - premiazione VIII edizione

Lido di Ostia, 4 giugno 2016

 

La VIII edizione di Un Mare di Poesia si è conclusa da qualche ora con la tanto attesa cerimonia di premiazione. Ho ancora negli occhi la meraviglia vissuta nel vedere tanti piccoli poeti provenienti da ogni parte d'Italia. Presente la Grecia con il piccolo Nicolò. Ho ancora negli occhi la felicità dei familiari di questi bambini, di genitori orgogliosi come giusto che sia dei propri ragazzi e determinati ad intraprendere lunghi viaggi e affrontare spese da non sottovalutare pur di arrivare a Ostia per la finale del Premio. A loro va il mio ringraziamento più grande e tutta la mia ammirazione.

Loro i messaggeri più sinceri e nobili di Un Mare di Poesia, loro la vera Cultura, loro il senso più profondo della condivisione e dell'unione, loro la rotta giusta per approdare finalmente sui lidi della speranza e della poesia. Onorato di averli conosciuti, auguro a tutti loro cieli sempre più azzurri e isole ricche di fantasia e bellezza. Grazie di tutto - Michele Gentile

 

Vincitori VIII edizione Premio Internazionale di poesia per bambini e ragazzi " Un Mare di Poesia "

 

1) Cucuzza Silvia - Sermoneta Latina
2) Fornoni Valentina - Bergamo
3) Schimicci Emanuela - Palermo

4) pari merito
Attianese Silvia - Torremaggiore Foggia
Bondesan Stefano - Foggia
Brisco Elena Maria - Foggia
Caforio Mirko - Bergamo
Campaniello Francesca - Ortona Chieti
Corriga Angelica - Roma
D’Apuzzo Chiara Rita - Sant’Egidio del Monte Albino Salerno
Di Nocera Flavia - Napoli
Fall Assane - Sondrio
Gutierrez Hector Martìn - Madrid Spagna
Loudiy Fatine - Sant’Egidio del Monte Albino Salerno
Managò Veronica - Roma
Marinelli Angelo - Marzabotto Bologna
Massari Laris - Bolsena Viterbo
Muha Elena - Torino
Nerantzi Marta - Atene Grecia
Russello Ilenia - Agrigento
Russo Federico - Tivoli Roma
Salvucci Maria Stella - Rieti
Sarno Carlo Pio - San Marzano sul Sarno Salerno
Sparagna Gabriele - Gaeta Latina
Subbacchi Perla - Perugia
Tedesco Mattia - Roma
Vasileiou Nicolò - Atene Grecia

 

1°classificato alla V edizione del premio nazionale di poesia inedita  Nuova Acropoli

Pescara 28 maggio 2016 - Museo d'Arte Moderna “Vittoria Colonna”

 

Ringrazio di vero cuore l'Associazione Nuova Acropoli di Pescara e la Giuria del Premio nelle Persone del Presidente  Generoso D'Agnese,  Daniela Quieti , Cristina Mosca, Stefano Falco e Deborah Ferrante per aver decretato come vincitrice della V edizione del Premio Nazionale di poesia inedita Nuova Acropoli la mia " Navigando ".
Un piacere immenso  e un grandissimo onore, ancora emozionato per aver preso parte ad un concorso così prestigioso e di aver conseguito un riconoscimento di tale valore. Ho avuto modo di conoscere  l'afflato sociale e culturale che anima Nuova Acropoli; un tangibile e cristallino esempio di passione a servizio degli altri. Un privilegio per me sapere che questo Premio è intitolato alla memoria della poetessa pescarese Elisabetta Mastromattei Merlonetti , una donna che ci ha lasciato, senza ombra di dubbio, una preziosissima eredità intellettuale e umana.

ebbene si; Lettere in Viaggio è proprio una bella cosa :)

Premio letterario " Il Telescopio" 2016

Venerdi 13 Maggio 2016, presso il cinema-teatro della Chiesa San Timoteo di Casal Palocco, ho ricevuto, con immenso piacere, il premio alla cultura nell'ambito del prestigioso concorso " Il Telescopio". Ringrazio per questo importante riconoscimento la Professoressa Sara Morina, Presidente del premio e la Giuria tutta.

grazie ad Alberto Tabbi' e Canale 10 per la fantastica chiacchierata su "Io abito qui"

sul mare...


Un Mare di Poesia

Un Mare di Poesia è un premio internazionale di poesia destinato a bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni, gratuito e libero nella partecipazione. Ho sempre creduto nel valore della poesia come strumento di crescita intellettuale molto efficace. Creatività , desiderio di comunicare mi hanno spinto, fin da bambino, a comporre versi e cercare nelle parole la strada giusta per non perdermi. Aver creato e organizzare ogni anno questo concorso mi permette di essere ancora libero, oggi come allora.

http://premiounmaredipoesia.jimdo.com/


Lettere in Viaggio

Una visione che mi accarezza i pensieri; adulti, bambini e anziani che scrivono, disegnano insieme, per strada, all’aria aperta , l’uno accanto all’altro. Centinaia di persone che si emozionano lasciando memoria delle proprie sensazioni, condividendole tra loro senza paura. Un drappo bianco di venticinque metri allora,lungo la scalinata della Regina Pacis, la più importante e monumentale chiesa di Ostia e il sogno è diventato una meravigliosa realtà. Adulti, bambini e anziani hanno scritto, disegnato insieme…l’uno accanto all’altro, divertendosi, senza paura, trasformando una domenica di ottobre in una dolcissima poesia da ricordare. Ripeterò ed esporterò questa esperienza, a tratti davvero commovente. La renderemo tutti insieme ancora più importante aggiungendo ogni volta altri venticinque metri al drappo sino a farlo diventare un chilometrico lenzuolo in grado di ricoprire piazze, ponti e viali. 


La Rocca dei Poeti

Sono nato a Ostia e conosco perfettamente i tesori e le tante bellezze del mio territorio. Il Borgo di Ostia Antica è un diamante splendente che ci parla di arte, architettura e storia. Un luogo nel quale, fin da piccolo, amo perdermi per ritrovarmi. Un luogo dove la poesia regna incontrastata. Da qui l'idea che mi girava da tempo nella testa: dar vita ad un festival nazionale di poesia che facesse incontrare i migliori poeti del nostro paese all'interno della prestigiosa Sala Riario del Borgo di Ostia Antica. Così nasce la " Rocca dei Poeti", una meravigliosa manifestazione di poesia e cultura che vuole, tra le altre cose, essere un mio tributo all'intramontabile magnificenza di questi posti

http://laroccadeipoeti.jimdo.com/